martedì 20 dicembre 2011

Sotto il pelo dell'acqua - la cultura sommersa

Patrizia Mucciolo - Le ombre azzurre, ed. Io Scrittore, 2011 (e-book) Presentazione sul sito di Io Scrittore
Roberto Turrinunti - Estanislao Kowal, ed. Il Ponte Vecchio, 2011 Booktrailer a cura di Rosalia Raineri e Debora De Angelis
Angelo Di Liberto - Di questa vita, in pubblicazione a puntate sulla webzine Kultural, 2011 Leggilo!
Rosalia Raineri - Un buco nell'eternità, ed. Miele, 2010 Booktrailer

Inizio con un elenco di libri che ho letto o ho intenzione di leggere prossimamente la rubrica "Sotto il pelo dell'acqua", dedicata alla cultura sommersa: tutte quelle esperienze che, per un motivo o per l'altro, non sono (ancora?) state conosciute o riconosciute dalla nostra società.
Libri, opere d'arte, ma anche esperienze di vita che molto spesso hanno un solo difetto: quello di sottrarsi ai canoni imposti dalla società.
Vite e opere troppo lente o troppo profonde, e perciò non etichettabili dalla società della catena di montaggio, quella che produce miliardi di etichette tutte uguali da appiccicare su ciò che scorre sul nastro.
Qualcuno potrebbe pensare che a determinare i sommersi ed i salvati sia la qualità dei secondi e la scarsa qualità dei primi, ma purtroppo non è così. Nella nostra società non vige la meritocrazia, ma la clamoricrazia: vince chi urla più forte e chi urla più "a tempo con la moda".
Della cultura sommersa iniziai ad occuparmi anni fa con la rubrica La foresta che cresce, che un direttore illuminato mi permise di tenere in prima pagina sul quotidiano l'Adige: raccontai quell'ampia fetta di mondo giovanile che fa, che si impegna, che ha sogni e aspirazioni, totalmente ignorata da una massa mediatica assetata solo di sangue e cattiveria.
Oggi la rubrica non c'è più. I sommersi, però, continuano a vivere e ad operare - e con loro la speranza che il mondo continui ad essere colorato, pieno di diversità, ricco di speranza.

Nessun commento:

Posta un commento